Cerca Articolo

Share |

Colloquio telefonico in inglese

Giugno 2019
Ecco alcuni consigli pratici per superare brillantemente un colloquio telefonico.

Hai iniziato a cercare lavoro, creato il curriculum perfetto, inviato innumerevoli cover letter e finalmente hai ottenuto una risposta e la possibilità di un colloquio; ma ecco una cosa che non ti aspettavi: il colloquio sarà telefonico.

Sempre più spesso, infatti, in Italia e all’estero il primo step della fase di selezione è il colloquio telefonico, che è molto facile da sottovalutare, ma in realtà è cruciale per i recruiters, in quanto è il momento in cui dovrai convincerli di meritare di passare alla fase successiva della selezione. Le cose si complicano, poi, se si tratta di affrontarlo in inglese e fidati che, anche se ti candidi in Italia, è sempre più probabile che questo accada!

Se, dunque, vuoi prepararti al meglio ad affrontare il colloquio telefonico in inglese ecco sette consigli pratici che ti aiuteranno ad avere successo!

1. Fai i compiti

Impara tutto ciò che puoi sull’azienda: sito web, social media, LinkedIn e articoli saranno le fonti che userai per informarti. Preparati su aspetti come la storia, i valori o la mission e, in base al ruolo per cui ti sei candidato, informati sulle azioni recenti e studia bene anche la job description.
Ripetili spesso, come se ti stessi preparando per un esame, finché non avrai fatto tuoi molti termini importanti. Conoscendo bene le abilità e le qualità che i recruiters stanno cercando, sarai in grado di rispondere in modo efficace alle domande, con facilità e naturalezza.

2. Preparati a raccontare le tue storie di successo

Ci sono ancora altri compiti da svolgere: una volta individuate le abilità che l’azienda sta cercando prepara degli esempi relativi alla tua esperienza. Quando ti verrà chiesto, ad esempio, se lavori bene sotto pressione, non rispondere con un “sì”, ma racconta anche di quella volta in cui, nonostante il caos intorno a te, sei riuscito a mantenere la calma e hai gestito una task con lucidità. Raccogli le tue storie di successo, scrivile in inglese e poi esercitati a ripeterle, magari con un amico! Ricorda: devi risultare spontaneo, dunque ripeti tante volte.

3. Prepara delle risposte alle domande generiche più comuni

Le domande più scontante sono anche quelle che molto spesso mettono in crisi un candidato, soprattutto se si ricevono durante un colloquio telefonico in inglese.
Ecco alcuni esempi:
 
“What is your biggest strength?”
“What is your greatest weakness?”


Un consiglio: non cercare di fingere di essere perfetto! Racconta ed esempio, di una debolezza emersa nella tua esperienza lavorativa precedente e di cosa hai fatto per migliorarti.
 
“How are you with time management?”
“Why are you leaving your current position?”
“Why do you want to join our company?”
“Why should we hire you?”


4. Prepara le risposte alle domande comportamentali comuni

“Tell me about a time you took initiative or stepped into a leadership role.”
“Tell me about your proudest professional accomplishment.”
“…a situation where you used problem solving.”
“…a time you collaborated on a team project.”

Preparare delle risposte a queste domande sarà un ottimo esercizio per migliorare le tue abilità nella scrittura e nel parlato in inglese e ampliare il tuo vocabolario.
Se, però, senti di non essere ancora pronto a gestire tutto questo in autonomia, puoi pensare di frequentare un corso di Business English all’estero per acquisire le competenze linguistiche essenziali per affermarti nel mondo del lavoro. Inoltre, vivendo per un periodo all’estero, migliorerai la tua capacità di comprensione dei diversi accenti, aspetto fondamentale per affrontare un colloquio telefonico.

6. Fai una domanda

Se hai già affrontato almeno un colloquio saprai benissimo che, a un certo punto, il recruiter ti chiederà se hai delle domande da rivolgergli e saprai anche che sarà importante non fare scena muta! Prepararsi delle domande da fare a un colloquio è dunque fondamentale, soprattutto se si tratta di un colloquio telefonico in inglese, in cui non puoi prenderti del tempo per pensare ma devi rispondere subito. Eccoti alcuni esempi di domande che potresti porre durante il colloquio:
 
“What will be the training process for this position?”
“Can you tell me more about the team I would be working with?”
“What opportunities would I have for advancement within the company?”
“What are the next steps in the interview process?”


Ovviamente, oltre a queste domande generiche, dovrai prepararne alcune più specifiche sull’azienda o sul ruolo per cui ti sei candidato!

7. Esercitati sul listening

Comprendere gli accenti inglesi non è sempre facile, e tutto diventa più complicato al telefono. Esercitati ascoltando dei podcast o la radio in inglese. Non avendo un supporto visivo dovrai essere concentrato al 100% sull’ascolto e migliorerai in fretta.

Dimostrare di saper sostenere una conversazione telefonica in inglese ti aiuterà a farti notare dai recruiters. Se vuoi acquisire maggiore sicurezza con la lingua, scarica la brochure Kaplan e scopri di più sui corsi che possono aiutarti ad avere successo nella tua carriera.


Torna all'inizio
submitting your vote...
Hai già votato per questo articolo

7c16373791b0c46beeca521085e12eaa3b188ab8