Cerca Articolo

Share |

Il modo migliore per imparare l’inglese

Febbraio 2020
Analizziamo i pro e i contro delle diverse modalità per imparare l'inglese. Scopri quella che ha più vantaggi.

Imparare l’inglese è un grande passo, utile per aprirsi a nuove opportunità lavorative, ma anche personali. Se hai scelto di lanciarti in una nuova avventura di apprendimento dell’inglese, saprai che ci sono diversi strumenti che possono aiutarti a progredire.
In questo articolo esaminiamo alcune modalità con cui è possibile imparare l’inglese, come attraverso le app, studiando nella propria città o frequentando un corso di inglese all’estero, analizzandone i pro e i contro.

App

L’utilizzo delle app per imparare l’inglese è ormai ampiamente diffuso e basta aprire un app store per ritrovarsi catapultati in un mondo pieno di alternative tra cui scegliere. Lingue diverse, versioni free e a pagamento, differenti livelli di partenza: è possibile iniziare il proprio viaggio linguistico in pochi minuti.

Pro:

le app rappresentano un buon supporto quando ci si vuole approcciare per la prima volta a una nuova lingua o, mentre si sta studiando, per imparare nuovi termini. Il loro vero vantaggio è, infatti, il fatto di dar accesso a un vasto vocabolario con cui è possibile esercitarsi nel tempo libero per mantenere le abilità linguistiche acquisite. Le app aiutano anche quando si deve viaggiare per poco tempo e si vogliono imparare alcune nozioni base per poter, ad esempio, ordinare al ristorante o prendere un taxi!

Contro:

utilizzando le app, sono davvero poche opportunità di praticare con un madrelingua e dunque non si imparano le sfumature dell'inglese che si possono ottenere da un'esperienza faccia a faccia. È stato dimostrato che le persone che imparano solo tramite app conservano solo circa il 20% delle informazioni, mentre quelli che imparano con altre modalità e praticano immediatamente la lingua, possono trattenere fino al 90% delle informazioni. In generale le app possono essere utilizzate come uno strumento che fa da complemento agli studi, ma non offrono un’esperienza di apprendimento completa.

Lezioni di inglese in Italia

Questa opzione ha sicuramente il punto di forza della prossimità, ma potrebbe non riuscire a promettere la fluency che si desidera ottenere.

Pro:

l'apprendimento delle lingue face-to-face con un tutor o un insegnante è decisamente più efficace di quello attraverso le app. L'interazione umana consente di avere delle spiegazioni chiare e immediate quando si commette un errore, lavorare sulla pronuncia delle parole ed esercitarsi mentre si è in classe con conversazioni con altri studenti. Questa modalità permette di affinare le abilità grammaticali, di lettura e scrittura con la guida di un insegnante e, dunque, di progredire rapidamente.

Contro:

non importa quanto siano bravi gli insegnanti, nulla preparerà ad avere una conversazione fluida in inglese se non si fa pratica! Quando si impara un'altra lingua nella propria città, l’inglese è limitato all'ora di lezione e si passa immediatamente alla propria lingua madre una volta usciti dalla classe. Questo frena sicuramente i progressi ed è la ragione per cui imparare l’inglese localmente non sia la soluzione ideale se si vuole diventare fluenti come dei madrelingua.

Studiare l’inglese all'estero

Per diventare fluente in un'altra lingua, l'immersione totale attraverso un soggiorno studio all’estero, è la migliore strada che si possa strada da percorrere.

Pro:

non si tratta solo di studiare con ottimi libri di testo e insegnanti madrelingua: si vive circondati dalla lingua 24/7, il che significa che si ottengono risultati evidenti. Studiando inglese all’estero ci si ritrova a svolgere gesti quotidiani in inglese come ordinare cibo, acquistare un biglietto del treno o chiedere indicazioni per strada. Ci si ritrova, inoltre, esposti ai diversi accenti dei madrelingua e di altri studenti stranieri e questo aiuta a perfezionare le capacità di ascolto e a sviluppare ulteriormente le capacità di conversazione.

Contro:

i soggiorni studio all’estero per imparare l’inglese richiedono un investimento economico. Tuttavia, con un po’ di organizzazione e la giusta pianificazione è comunque fattibile. Inoltre, se gli obiettivi sono ben chiari, rimanendo ben focalizzati e sfruttando al massimo questo tipo di esperienza, l’investimento iniziale viene ampiamente ripagato.

Se il tuo obiettivo è imparare l’inglese e raggiungere un livello alto su tutti gli aspetti della lingua in poco tempo, l’opzione ideale è, dunque, quella di frequentare un corso di inglese all’estero. Studiare inglese all’estero è un investimento per il futuro e Kaplan International Languages lo sa bene, per questo si assicura che ogni studente riesca a raggiungere i propri obiettivi: gli studenti che frequentano un corso intensivo Kaplan, infatti, impiegano massimo 10 settimane per avanzare di livello, e la progressione è garantita da Kaplan. Scarica gratuitamente la brochure informativa per scoprire di più sui corsi e le destinazioni.


Torna all'inizio
submitting your vote...
Hai già votato per questo articolo

7c16373791b0c46beeca521085e12eaa3b188ab8