Cerca Articolo

Share |

Nuovi termini in inglese

Luglio 2019
Scopri alcuni dei nuovi termini inglesi che sono entrati nell'uso comune e che devi assolutamente conoscere per parlare come un madrelingua.

L'inglese, come saprai già, è una delle lingue più parlate e popolari al mondo. Ma sapevi che ogni anno il numero delle parole di questa lingua aumenta considerevolmente? Ebbene sì, esistono dei nuovi termini in inglese che devi assolutamente conoscere per parlare come un vero madrelingua!

Così come il nostro mondo cambia, anche il linguaggio che usiamo quotidianamente per descriverlo subisce delle variazioni: a nuove invenzioni e nuovi concetti vengono attribuiti nuovi nomi e molti modi di dire del linguaggio comune vengono riconosciuti in maniera ufficiale. Pertanto, periodicamente, i dizionari aggiungono nuove parole alla loro collezione.
Gruppi di lessicografi esplorano libri, articoli di giornali, magazine, riviste accademiche e altre forme di media per valutare quanto sia diffuso l'uso di una potenziale nuova parola. Se ci sono prove sufficienti a riguardo, il suo utilizzo diventa ufficiale e questa viene pubblicata nel dizionario.

L'Oxford English Dictionary, ad esempio, pubblica 4 aggiornamenti ogni anno, e nell’ultimo ha aggiunto ben 1400 nuove parole, mentre l’americano Merriam-Webster ne ha aggiunte 640 ad aprile. La maggior parte di queste parole proviene dal gergo di Internet e dalla cultura pop. Alcuni termini sono già così abbondantemente diffusi che potresti essere sorpreso del fatto che siano stati aggiunti solo di recente al dizionario; altri, invece, sono stati presenti per anni ma recentemente hanno assunto significati nuovi o aggiuntivi.

Se sei appassionato della lingua inglese e vuoi diventare fluente, conoscere questi aggiornamenti può essere un buon modo per ampliare il tuo vocabolario e arricchire le tue conversazioni; se a questo poi associ un corso di inglese all’estero, puoi stupire tutti parlando come un vero madrelingua! Ecco un elenco di nuovi termini in inglese da usare nelle tue conversazioni:

Buzzy (aggettivo, informale)

“Buzzy” si utilizza per descrivere qualcosa che sta generando forte interesse, attenzione e conversazioni intorno a sé, sia tra persone che online. Questa parola è spesso usata in relazione al settore dell'intrattenimento.
It’s hard to avoid seeing spoilers online for buzzy TV shows like Game of Thrones and Breaking Bad.

EGOT (sostantivo)

EGOT è un acronimo usato per riferirsi a qualcuno che ha vinto Emmy, Grammy, Oscar e Tony Awards come Whoopi Goldberg e Audrey Hepburn. Questo termine è stato coniato per la prima volta da un vincitore di tutti e quattro i premi nel 1984, Philip Michael Thomas, ed è stato aggiunto di recente nel dizionario.

Aperol (sostantivo)

Ebbene sì, il termine Aperol è entrato ufficialmente a far parte dei dizionari di lingua inglese. Questo perché negli ultimi anni il famoso cocktail italiano è diventato la bevanda più amata dell’estate anche nel resto dell’Europa e in America.  

Gig economy (sostantivo)

Per gig economy si intende un ambiente economico in cui i lavori flessibili e temporanei, tipici dei freelancer, sono all'ordine del giorno. Il nome deriva dal termine gig che potremmo tradurre con “lavoretto” e che si contrappone, appunto, a un lavoro a tempo pieno.
The gig economy has really taken off because nowadays people change jobs more often and like to choose how they work.

Maltipoo (sostantivo)

Ti sembrerà assurdo ma anche questo termine, da tempo molto diffuso, è stato introdotto nel vocabolario. Si tratta di una “nuova” razza incrociata, una combinazione tra un maltese e un barboncino e “maltipoo”, deriva appunto dall’unione dei nomi inglesi delle due razze.

Misgender (verbo)

Vuol dire riferirsi a qualcuno utilizzando un termine, solitamente un pronome, che non rispecchia il genere con cui quella persona si identifica. Tale concetto risale agli anni '70, ma è stato riconosciuto come parola nel dizionario soltanto di recente.
I didn’t mean to misgender her.

 

Screen time (sostantivo)

Questo sostantivo era molto diffuso in passato, più precisamente ai tempi d’oro del cinema hollywoodiano, e si riferiva a tutte le volte in cui una persona appariva davanti a una telecamera in un film. La ragione per cui si trova in questa lista è che il modo in cui viene utilizzato oggi è cambiato, adattandosi ai cambiamenti culturali e sociali degli ultimi anni, riferendosi al tempo in eccesso trascorso davanti a uno schermo, come un pc o uno smartphone.

Stan (nome e verbo, informale)

Il termine “stan” vuol dire essere un fan estremamente devoto, proviene dalla cultura pop e ha guadagnato negli anni così tanta popolarità da essere inserito nel dizionario. La prima menzione si può trovare nella canzone "Stan" di Eminem del 2000 in cui descrive, appunto, un fan devoto che è andato oltre i limiti. Successivamente, altri artisti hanno utilizzato questo termine attribuendovi lo stesso significato tanto da renderlo estremamente popolare, sia nella forma di verbo che di sostantivo.
She has millions of stans all around the world who love her music.
I stan for Beyoncé.


Unplug (verbo)

Il verbo “unplug” vuol dire smettere di utilizzare per un po’ i propri dispositivi elettronici, come smartphone, pc e tablet.
There was no WiFi in our hotel, so the vacation was a great opportunity to unplug.

Quando si vive per un lungo periodo all’estero si fa un’immersione totale nella lingua e ci si interroga continuamente sul significato delle parole e sul loro utilizzo. Frequentare un corso di inglese all’estero è il modo migliore per diventare fluenti e ampliare il proprio vocabolario. Se questo è il tuo obiettivo, scopri di più sui corsi di inglese Kaplan offerti in 37 scuole nel mondo scaricando la brochure Kaplan o contattando un consulente.


Torna all'inizio
submitting your vote...
Hai già votato per questo articolo

7c16373791b0c46beeca521085e12eaa3b188ab8